La soia: cos’è e come consumarla senza controindicazioni

La Soia alimento millenario il cui utilizzo vede origini nell’ est Asiatico.

É una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Leguminose, Fabaceae. Essa presenta un areale di distribuzione molto ampio.
La sua coltivazione è iniziata in Cina, si diffonde poi in Giappone, e ben presto in molte zone dell’Asia, dove ancora oggi viene consumata. Ad oggi alcuni dei più grandi produttori di soia sono Stati Uniti, Brasile e Argentina.

la soia by xondaderm®

Questo legume oggi compare sempre più spesso sulle nostre tavole ed in numerose varianti come farina di soia, formaggio (noto anche come tofu), latte,  yogurt,  germogli ed anche salsa di soia.

Viene prevalentemente consumata da coloro che non mangiano carne o prodotti animali in generale, in quanto essa, come la maggior parte dei legumi, ha un elevato contenuto in proteine.

la soia by xondaderm®

Esistono diverse varietà di soia che possono essere utilizzate a scopo alimentare. Infatti abbiamo la soia gialla, verde, nera e rossa (i fagioli azuki). E ciascuna di queste varietà presenta delle caratteristiche benefiche.

Ad esempio nello specifico sembra che i fagioli azuki possano aiutare a prevenire problemi renali, così come la soia nera la quale non solo ha effetti benefici sui reni ma probabilmente anche a livello della milza.

La soia verde è molto ricca di clorofilla.

Nel complesso i semi di soia sono ricchi di proteine, e anche di grassi insaturi, ovvero grassi buoni, a differenza degli alimenti di origine animale che sono ricchi di grassi saturi e che se consumati in eccesso sono associati a gravi patologie.

la soia by xondaderm®

Inoltre i semi di soia presentano un buon contenuto di vitamine tra cui ad esempio B1, B2, B6, vitamina C, contengono anche magnesio, potassio e ferro, ed altri importanti minerali.

Attraverso vari studi è stato dimostrato che la soia aiuta ad abbassare il colesterolo, favorisce la mineralizzazione delle ossa, prevenendo in qualche modo i fenomeni di osteoporosi, ha effetti benefici sui reni, favorisce la regolarità intestinale.

Nella sfera femminile, può essere utile per limitare alcuni disturbi della menopausa. E ciò è legato al fatto che essa contiene isoflavoni, che sono dei fitoestrogeni, ovvero ormoni simili agli estrogeni umani, ma che in questo caso sono presenti nell’organismo vegetale.

Ed è proprio per questo motivo che la soia sembra essere protettiva nei confronti di alcuni tipi di tumori femminili, principalmente quello alla mammella. Ed ancora, essa sembra controllare ed in qualche modo limitare l’assorbimento di trigliceridi da parte del fegato, in modo tale da ridurre il fenomeno del “fegato grasso”.

È chiaro che della soia, così come di qualsiasi altro cibo non bisogna abusarne. E’ sbagliato pensare di fare una dieta basata su pochi e non vari cibi. Questa porterebbe inevitabilmente a delle serie problematiche.

Tali problemi non solo sono legati al fatto che consumare sempre la stessa tipologia di alimento è sbagliato perché in tal modo andremmo ad assumere solo determinate sostanze e non altre, andando incontro quindi ad un eccesso di alcuni nutrienti e ad una carenza di altri.

Ma in realtà il problema è legato anche al fatto che purtroppo ad oggi a causa dell’inquinamento ambientale, la maggior parte dei prodotti risulta essere contaminata, allora per poter limitare i danni creati dagli inquinanti nel nostro organismo è bene rendere la nostra dieta quanto più varia possibile.

È nello specifico, un abuso di soia, o di prodotti a base di soia potrebbe comportare scompensi a vari organi, principalmente alla tiroide, in quanto appunto essa è ricca di fitoestrogeni.

Sarebbe preferibile ridurre il consumo di prodotti a base di soia preconfezionati. Quindi il problema non è la soia in sé, quanto l’errato o anche smodato utilizzo.

Sicuramente fare una dieta “perfetta” è impossibile, anche a causa dello stile di vita troppo frenetico che conduciamo al giorno d’oggi, per cui quando abbiamo poco tempo a disposizione  preferiamo mangiare cibi confezionati o anche “cibi spazzatura”.

È probabile che la dieta (dieta intesa come un corretto modo di alimentarsi) perfetta non esista.

Ma siamo noi a doverla rendere tale, attraverso la conoscenza e l’informazione. Il segreto per mantenersi in forma e per stare in salute è variare la nostra alimentazione, cercando di fare, per quanto questo possa essere possibile, la cosa più giusta per la salute del nostro organismo.

86total visits,2visits today

  • 29
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.