Edulcoranti, cosa sono e a cosa servono

Sempre più spesso e sempre più persone sono alla ricerca di prodotti light, con pochi grassi o senza zuccheri aggiunti. A causa di patologie da tenere sotto controllo, come ad esempio il diabete, per mantenere la linea, o semplicemente  per non abusare di zucchero, siamo molto orientati verso l’acquisto di Edulcoranti, prodotti cosiddetti “senza zucchero”.  Ma ci siamo mai chiesti cosa viene aggiunto in questi prodotti, come sostituto dello zucchero per conservare il prodotto in questione ed anche per conferirgli un sapore gradevole?

edulcoranti by xondadermCiò che normalmente viene aggiunto sono gli edulcoranti, che non sono altro che dolcificanti che servono per conferire sapore ai cibi che consumiamo.  In generale, gli edulcoranti hanno un potere dolcificante nettamente superiore allo zucchero, ma con un apporto calorico inferiore.

Possiamo fare una classificazione in edulcoranti naturali ed artificiali.

Gli edulcoranti naturali sono estratti da frutta e verdura. Hanno un potere dolcificante leggermente inferiore rispetto al saccarosio, ovvero lo zucchero da tavola. Ma hanno un effetto rinfrescante, infatti alcuni di essi come mannitolo, xilitolo, sorbitolo, vengono utilizzati nella produzione di chewingum. Altro dolcificante di origine naturale è la stevia. Il dolcificante viene estratto appunto dalla pianta di stevia, originaria dell’America del sud. Essa ha un elevato potere dolcificante, non viene assimilata dall’organismo, ma eliminata. Il suo apporto calorico è estremamente basso.

I dolcificanti artificiali sono quelli sintetizzati chimicamente, e tra questi abbiamo ad esempio  l’aspartame, la saccarina, la taumatina, il ciclammato, l’acelsulfame K e la neosperidina DC. Questi vengono generalmente sintetizzati in laboratorio. La loro funzione è quella di conferire il massimo gusto con una piccola dose e un bassissimo, se non nullo, apporto calorico. Ed ecco perché vengono sempre utilizzati come sostituti dello zucchero in cibi “light” o “zero”.

Attenzione, non sempre sostituire lo zucchero è vantaggioso.
Sicuramente dosi elevate di zuccheri sono dannose per il nostro organismo, a qualsiasi età, perché a lungo andare possono provocare l’insorgenza di gravi patologie come il diabete.
Ci sono dati estremamente preoccupanti che indicano come la percentuale di persone che si ammalano di diabete stia nettamente aumentando. Ma purtroppo ad oggi si stanno scoprendo delle correlazioni tra utilizzo di edulcoranti e insorgenza di alcuni tipi di tumori, anche se non c’è una diretta relazione.
L’eccesso di edulcoranti ha anche effetti lassativi.
Edulcoranti si, ma con estrema cautela.

Attenzione quando acquistiamo un prodotto senza zuccheri aggiunti!
Accertiamoci di quali siano gli ingredienti ed eventualmente le dosi di edulcoranti. Se si rispettano le dosi consigliate, ovvero 40 mg/kg di peso corporeo al giorno non dovrebbero esserci problemi significativi.
Esistono in rete delle tabelle dove vengono annoverate le varie tipologie di edulcorante, e che forniscono delle spiegazioni in merito. È fondamentale in ogni caso l’informazione e la conoscenza, perché ad oggi questo è uno dei pochi mezzi che abbiamo per difendere la nostra salute.

6753total visits,1visits today

  • 20
    Shares