Olio di ricino, usi e benefici per pelle e capelli

È davvero importante prendersi cura del proprio corpo.
Utilizzare i giusti principi attivi per rendere pelle o capelli sani è fondamentale, evitando che i problemi legati al tempo creino in realtà danni.
Sempre più spesso sui social ci sono influencer che promuovono prodotti di ogni genere per la cura del corpo, quindi la scelta di questi ultimi diventa davvero complicata.
Scegliamo il prodotto non in base alla profumazione o al colore del packaging, bensì in base agli ingredienti in esso presenti.
L’ olio di ricino è un prodotto ormai esistente da tempo, e ancora oggi molto utilizzato per la cura di pelle e capelli, ma non solo.

Il ricino, il cui nome scientifico è Ricinus communis, è una specie appartenente alla famiglia delle Euphorbiaceae.
Si tratta di piante originarie dell’America e dell’India, dai cui semi viene estratto l’olio di ricino.
In realtà, per alcuni di noi sarà noto che la pianta del ricino contiene una fitotossina, la ricina, che raggiunge la sua massima concentrazione nei semi.
Le fitotossine sono in generale delle tossine prodotte dalle piante come strategia di difesa dall’attacco da parte di predatori.
Quindi se ingerita, la pianta in generale, ma i semi in particolare risultano estremamente tossici.

Olio di ricino, usi e benefici xondaderm

E allora come è possibile utilizzare questo olio in ambito cosmetico senza che esso possa arrecarci danno?

Questa tossina è insolubile in olio, quindi nel momento in cui l’olio viene estratto dai semi mediante un processo che prevede una spremitura a freddo, la tossina non si mischia a quest’ultimo, ma resta adesa al pannello di pressatura.

Quali sono le proprietà benefiche ?

Da secoli esso è utilizzato per le sue proprietà lassative. Esso è caratterizzato da un odore e sapore piuttosto sgradevoli, ma con effetto molto importante. Questo olio è caratterizzato da un elevato contenuto di acido ricinoleico, ovvero un acido grasso insaturo non reperibile in altri substrati lipidici.
Grazie a questo costituente che l’olio di ricino trova largo impiego nell’industria farmaceutica.
Altri acidi grassi importanti sono rappresentati da acido oleico, acido linoleico, acido palmitico, acido stearico.

L’olio di ricino trova importante applicazione nella cura dei capelli, in particolare per capelli secchi e sfibrati, spezzati o con tendenza a cadere. Esso svolge un’azione nutriente, rinforzante e ristrutturante. Stimola la crescita del capelli, in quanto va a riequilibrare la quantità di grasso nel capello prevenendo in tal modo indebolimento e conseguente caduta, oltre che limitare la formazione di doppie punte.

L’olio di ricino è anche utilizzato per la cura delle ciglia. Applicandolo o prima del consueto make-up, o anche prima di andare a dormire dona volume e forza alle ciglia. Infine se distribuito sulla pelle forma un film, ovvero una barriera lipidica che protegge la pelle dalla disidratazione.